feb 12, 2020

A Torino oltre 40.000 utenti hanno già scelto Junker app

 

In poco più di un anno dal suo lancio, sono stati oltre 40 mila i download dell’app Junker, voluta dalla Città di Torino con la collaborazione di Amiat Gruppo Iren per aiutare i cittadini a differenziare correttamente i rifiuti.

L’app Junker consente, fra le molte funzioni di cui dispone, di risolvere i dubbi quotidiani sulla raccolta differenziata e di consultare i calendari dei passaggi e gli orari dei centri di raccolta; in un anno sono state effettuate oltre un milione di ricerche sui prodotti e sui punti di conferimento presenti in città.

Inoltre la lettura dei bar code attraverso gli smartphone consente di conoscere in tempo reale la composizione del prodotto da smaltire e quindi il corretto conferimento del rifiuto.

Grazie anche a questa funzione è emerso che i principali dubbi dei cittadini inerenti i corretti conferimenti, riguardano i prodotti poliaccoppiati con interni argentati (come i sacchetti del caffè e dei biscotti), ma anche gli abiti, gli accendigas, gli accessori per cellulari e i vari tipi di carta, dai cartoni della pizza fino alle carte forno.

Junker non viene utilizzata solo per capire dove conferire alcuni prodotti: i cittadini torinesi si sono dimostrati molto sensibili e attenti alle tematiche ambientali, contribuendo al miglioramento della raccolta rifiuti in città e dell’app stessa con oltre 15.000 inserimenti di nuovi prodotti non presenti in banca dati e 6.000 segnalazioni relative a problemi di decoro urbano.

Mediamente ogni giorno attraverso Junker nella sola area torinese vengono effettuate quasi 2.000 ricerche di prodotti, con picchi, di oltre 2.500 ricerche durante i weekend.

 “Siamo assolutamente soddisfatti di questi primi risultati che dimostrano come l’innovazione tecnologica sia un elemento fondamentale nella divulgazione dei corretti comportamenti ambientali – dichiara il Presidente di Amiat Gruppo Iren, Christian AimaroProseguiremo nella promozione di questo utile strumento di informazione per i cittadini durante le prossime attivazioni di raccolta domiciliare che porteranno alla completa copertura di tutto il territorio cittadino”.

L’apporto di Junker al corretto conferimento dei rifiuti si è rivelato, nel tempo, indispensabile. Grazie a questa applicazione ogni cittadino ottiene una immediata risposta ai suoi dubbi e permette ad Amiat di realizzare una raccolta differenziata più efficace – spiega Alberto Unia, assessore all’Ambiente della Città di Torino -. Il successo di Junker è nei numeri, così come la sua utilità è certificata dalla loro rapida crescita. Dalla quantità di scaricamenti della app possiamo anche valutare la crescita della collaborazione dei cittadini: differenziare con cura è diventato ormai un gesto naturale, quotidiano. E per questo grande successo molto dobbiamo alla semplicità d’uso e alla versatilità di questo semplice, utile strumento”.

RASSEGNA STAMPA:

La prima pagina

Comune di Torino

Amiat

Torino fan

Repubblica

Torino Oggi

Torino click

 
lug 31, 2020

Una scalata che fa la differenza: i 5 oggetti da trekking più difficili da smaltire

Molti di noi amano vivere la montagna nel periodo estivo: lunghe camminate tra boschi sempreverdi e laghi cristallini, aria fresca…

lug 24, 2020

Differenziata sotto l’ombrellone: i 5 oggetti da spiaggia più difficili da differenziare 

“L’acqua limpida del mare la mattina presto, il sole che scalda la pelle, la sabbia fra le dita…e questo cosa…

lug 17, 2020

Plastica o imballaggio? Questo è il dilemma

Se un oggetto è di plastica, va gettato automaticamente nel bidone della plastica? NOOOOOOOOOOOOO! Questo è il dubbio che assale molti…