mar 25, 2022

Acquisti sostenibili sull’e-commerce: è possibile!

 

I consigli di Junker app per ridurre l’impatto ambientale dei nostri acquisti online

Alzi la mano chi di noi, nell’ultimo anno, ha fatto almeno un acquisto online. Tutti presenti, vero?

L’e-commerce è ormai entrato nella nostra quotidianità per svariati motivi: maggiore assortimento di prodotti, comodità di fare acquisti da casa, rapidità nella consegna, possibilità di trovare prodotti introvabili nella propria città. Ci siamo mai chiesti quale è l’impatto ambientale dei nostri acquisti online?

Come spiega nel dettaglio questo articolo di EconomiaCircolare.com, bisogna considerare diversi aspetti degli acquisti online per valutare il loro impatto ambientale e se siano più o meno sostenibili degli acquisti tradizionali: la rapidità di consegna, la distanza da cui arriva il prodotto ordinato, la quantità di imballi che proteggono il prodotto, e così via. Oltre all’impronta climatica, va poi considerato l’impatto sociale di un fenomeno che porta i consumatori ad acquistare sempre di più e a volere tutto e subito.

Cosa possiamo fare allora, nel nostro piccolo, per ridurre l’impatto ambientale dei nostri acquisti online? Il team di Junker vuole provare a darti qualche suggerimento, perché si può essere più sostenibili anche quando compriamo online.

I suggerimenti di Junker app

Primo consiglio, quasi scontato: acquista soltanto se necessario. Abbiamo tutto, anche troppo, e un altro paio di pantaloni o un nuovo accessorio per la casa in meno non faranno la differenza per noi, ma certamente sì per l’ambiente.

Prima di acquistare online, controlla se puoi comprare un prodotto uguale o simile nel negozio vicino casa o in quello in centro città che puoi raggiungere a piedi o in bicicletta. In questo modo abbatterai le emissioni di un eventuale trasporto del prodotto direttamente a casa tua.

Un’altra idea è l’acquisto collettivo: tu e i tuoi amici o i tuoi familiari volete acquistare prodotti dallo stesso sito di e-commerce? Fate un ordine tutti insieme, invece di ordinare ciascuno per sé – Anche qui il risparmio è legato al trasporto. Una variante dell’acquisto collettivo è…l’acquisto cumulativo! Fai mente locale sui tuoi bisogni del mese e fai un unico ordine, così che quello di cui hai bisogno arrivi in una soluzione unica.

I resi costituiscono un altro grosso problema, perché non sempre i prodotti che rimandiamo indietro vengono reimmessi sul mercato. Inoltre, comportano trasporto aggiuntivo. Che fare per ovviare a questo problema? Molti siti di abbigliamento, ad esempio, forniscono degli strumenti per capire con precisione la propria taglia – Fanne buon uso e cerca di ordinare il capo che sia davvero della tua taglia, senza ordinarne tre o quattro dello stesso tipo per provare le varie taglie e rimandare poi indietro quelli che non ti stanno bene.

Sempre per l’abbigliamento, come non consigliare gli acquisti di capi usati? In molte città si moltiplicano i negozi vintage, i mercatini dell’usato, anche piattaforme online su cui vendere e acquistare abiti usati. Il risparmio in termini ambientali ed economici è evidente e si dà un notevole impulso alla buona pratica del riuso.

Negli anni sono nate delle nuove piattaforme e-commerce che propongono prodotti locali oppure prodotti realizzati secondo criteri di sostenibilità ed eticità. Un’alternativa alle grandi piattaforme di e-commerce che dominano il mercato e che non sempre sono sinonimo di eticità e sostenibilità.

Chiudiamo con un altro suggerimento che potrebbe sembrare scontato: abbiamo davvero bisogno di avere qualcosa all’istante? Alcuni supermercati hanno offerto, in tempi recenti, la possibilità di consegnare la spesa ‘in 30 minuti’. Chiediamoci se è davvero necessario alimentare un sistema basato sul tutto e subito o se possiamo prendercela anche con più calma – Fa bene a noi, all’ambiente, e a chi ci consegna la spesa.

Per saperne di più

Amazon, uno smaltimento al di sopra di ogni sospettohttps://www.manitese.it/amazon-smaltimento-sopra-ogni-sospetto

Siti di e-commerce attenti alla sostenibilità (tra i partner di GreenApes)

WHATaECO: https://whataeco.com/it/

Gioosto: https://www.gioosto.com/

Reborn Ideas: https://www.rebornideas.com/

Appcycled: https://appcycled.com/

Staiy: https://staiy.com/

 
mag 5, 2022

La transizione ecologica passa anche dal digitale

L’evento Green Transition presenta una nuova proposta aggregata di servizi di eccellenza nel settore del waste La divisione Ambiente del…

ragazza in vacanza
apr 28, 2022

Diventa un host sostenibile, con Junker app

L’attenzione alla sostenibilità ambientale del proprio stile di vita accompagna molti di noi, per fortuna, anche in vacanza. Si parla…

apr 13, 2022

A Pasquetta un picnic sostenibile!

Il lunedì di Pasquetta è una delle prime occasioni di primavera per fare un picnic con gli amici all’aria aperta…