feb 19, 2024

La raccolta differenziata sorride a Latina

 
abc latina sartori ambiente e junker app

In occasione della fiera di Ecomondo 2023, è stato raccontato in un convegno organizzato dall’azienda Sartori-Ambiente il progetto “Un sorriso per Latina”, un vero e proprio caso di “nudge” messo a sostegno dell’introduzione della raccolta Porta a Porta in molti quartieri della città. I soggetti promotori del progetto sono stati l’azienda Sartori-Ambiente e la municipalizzata ABC Latina, con il sostegno della app Junker e con l’apporto progettuale e la consulenza della ricercatrice Federica Stablum, dottoranda in Scienze Cognitive dell’Università di Trento.

L’obiettivo di ABC Latina era di capire come i cittadini stessero vivendo l’introduzione di un sistema nuovo e impattante sulle abitudini quotidiane, come è la raccolta dei rifiuti Porta a Porta, e coinvolgerli il più possibile, favorendo l’adesione al nuovo modello. L’approccio che viene suggerito è un’applicazione del principio del “nudge”, ovvero della spinta gentile: ai cittadini viene offerta informazione, guida e gratificazione, invece di procedere per imposizioni o minacciare sanzioni.

Il primo step è stato procedere con un’analisi dei bisogni dei cittadini, e il modo migliore per valutare l’effettiva qualità del servizio di raccolta e costruire un rapporto basato sul dialogo e la fiducia è interpellare gli utenti, che di quello stesso servizio usufruiscono. Con questo spirito è stato lanciato un sondaggio rivolto ai cittadini del capoluogo pontino, valorizzando il loro ruolo nella gestione dei rifiuti urbani.

“Il nostro obiettivo con questo sondaggio – ha affermato Federica Stablum – è quello di rimettere al centro il cittadino e i suoi bisogni. Spesso prodotti e servizi vengono creati senza consultare chi alla fine li userà quotidianamente. Per noi è importante capire cosa motiva le persone a fare la raccolta differenziata, cosa stiamo facendo bene e su cosa invece possiamo ancora migliorare”.

Il sondaggio è stato somministrato ai cittadini di Latina, sfruttando tutti i canali possibili: i media, i siti ufficiali, la app Junker.  Più di 700 abitanti hanno risposto mostrando interesse e volontà di esprimere la propria opinione sulla raccolta differenziata e sulla gestione.

 

Che cosa emerge dal sondaggio?

I cittadini delle zone a nuovo regime (porta a porta) rappresentano oltre il 90% dei rispondenti, comprensibile dati i cambiamenti avvenuti per le loro abitudini nell’ultimo periodo. Tra i temi più sentiti dagli utenti ci sono la frequenza del calendario di raccolta (363 risposte), la facilità di comunicazione con il gestore (357), e il controllo dei conferimenti (296).

Inoltre, dichiarano di aver differenziato (secondo la loro percezione) il 75% dei propri rifiuti. Solo il 12% dei cittadini fa il compostaggio, soprattutto con la compostiera. Del restante 88%, più della metà (60%) vorrebbe una raccolta dell’umido organico più frequente.

Quando interrogati su cosa secondo loro sarebbe utile per migliorare la propria raccolta differenziata, ben il 30% dei partecipanti ha risposto che “Ricevere un feedback su come faccio la raccolta differenziata” sarebbe una strategia utile per loro.

 

Come rinforzare i comportamenti dei cittadini?

Per cercare di rispondere alla richiesta di ricevere feedback sulla propri raccolta viene creato il sistema “I sorrisi”, ovvero tre diversi adesivi colorati che gli operatori della raccolta applicano sui contenitori per segnalare ai cittadini su come hanno svolto la raccolta. I sorrisi seguono l’intuitivo schema del semaforo:

  • VERDE: “Complimenti! Continua così”
  • GIALLO: “Bene! Ma puoi migliorare”
  • ROSSO: “Attenzione! Presenti molti errori”

 

Gli adesivi inoltre hanno un QR code che porta a una pagina di spiegazione del progetto e dell’adesivo. In questo modo il cittadino può saperne di più sul perché stava ricevendo un adesivo e anche imparare come correggere i proprio errori se aveva ricevuto un Sorriso giallo o rosso.

Aspetti  tecnici
  • Vengono selezionati due quartieri di Latina: Q4 e Q5, uno sperimentale e l’altro di controllo.
  • Vengono selezionate le frazioni: plastica e metalli (PEM) e organico, poi aggiunto il residuo in un secondo momento.
  • Sartori-Ambiente produce gli adesivi, fornisce i dispositivi di lettura degli operatori ed eroga l’opportuna formazione.

 

E si parte! Il progetto è durato 8 settimane, per 43 giornate totali di controlli e sono state coinvolte 224 utenze.

 

I risultati del progetto di nudge

Sono stati attribuiti 1.223 adesivi: 998 verdi, 184 gialli e solo 41 rossi. Questo significa che quasi più dell’80% degli adesivi dati sono stati positivi, decisamente un successo. In particolare è emersa una gestione ottima della frazione organica e degli imballaggi leggeri (plastica e metalli). Il tasso di qualità, ossia quale percentuale del rifiuto è stata correttamente differenziata è del 97% per l’organico e del 92% per gli imballaggi leggeri.

La valutazione del residuo secco è intorno al 56% di qualità, che signifca che quasi la metà del conferito nel secco sarebbe in realtà riciclabile in altro modo. Con queste misurazioni abbiamo capito che c’è ampio margine di miglioramento per le utenze.

 

Il ruolo della app Junker

ABC Latina utilizza Junker come piattaforma di comunicazione a disposizione dei propri cittadini. In app sono presenti tutte le informazioni locali, dai calendari ai punti di conferimento su mappa, dal menu con le schede informative specifiche sui servizi erogati fino alle istruzioni per il ritiro ingombranti, pannolini o sfalci. L’obiettivo è stato dare agli utenti un tool completo, in grado di dare rapidamente e correttamente le istruzioni per differenziare. Inoltre, il Gestore ha provveduto a informare costantemente tramite i messaggi in app gli utenti su ogni variazione, urgenza, novità riguardante il servizio (cfr. immagine a sx).

La app è stata presentata alla cittadinanza nei vari incontri pubblici ad opera dell’agenzia di comunicazione Achab. E la speciale concomitanza tra l’inizio del porta a porta e i numerosi e partecipati incontri pubblici, ha generato moltissimi download e un fitto passaparola tra utenti. Il lancio della app è stato anche sostenuto da una comunicazione molto intensa con i media locali, tramite un comunicato stampa congiunto con ABC Latina e post sui canali social cittadini. A seguire e ancora oggi, la app fa comunicazione attiva su buone pratiche e consigli di smaltimento, anche tramite quiz in app e messaggi.

 

Risultati della app

Ad oggi, oltre 55.000 utenti hanno scaricato la app a Latina (oltre il 100% delle utenze ha scaricato la app). E tutti insieme hanno realizzato oltre 1,5 milioni di ricerche in app. Numeri imponenti che riflettono l’intensa fase di apprendimento sui modi corretti di differenziare i rifiuti da parte di una cittadinanza messa di fronte alla raccolta porta a porta. I cittadini hanno anche segnalato attivamente prodotti ancora non riconosciuti dalla app: oltre 4.500! E ancora oggi ci sono oltre 1 migliaio di ricerche al giorno in app.

Questa diffusione così capillare ha contribuito a diffondere il sondaggio ai cittadini e a rendere più immediate e certe le comunicazioni tra ABC Latina e le utenze, contribuendo ai risultati raggiunti dalla raccolta differenziata.

 

Risultati della raccolta

ABC Latina ha infine comunicato i risultati della raccolta, a valle dell’avvio del porta a porta, degli incontri con i cittadini, del progetto di nudge e dell’attività continua di informazione tramite app.

Consideriamo che il dato di partenza è una percentuale di raccolta differenziata del 35,7 % nel 2021, pari a 356 kg di rifiuti indifferenziati ad abitante. Nel 2023 (proiezione) la percentuale attesa è del 54,20%, pari a 240 kg per abitante. Nell stesso periodo la RD è cresciuta da 183 a 255 kg/abitante.

 

Conclusioni

I progetti di ricerca che coinvolgono i cittadini non sono molto frequenti. La possibilità di chiedere ai diretti interessati la loro opinione è stato di grande aiuto sia nell’aumentare la percezione della raccolta urbana come un servizio, sia nel guidare lo sviluppo del progetto verso qualcosa di veramente utile per i cittadini. Misurando attentamente il comportamento e la qualità della raccolta abbiamo imparato molto, come quali sono le aree da migliorare e quali sono già ottime. Grazie ai dati si può trasformare un’inchiesta interessante in un progetto di miglioramento che tenga conto di obiettivi e misure oggettive.

 
giu 13, 2024

I tappi della discordia e la Direttiva UE sulla plastica monouso

Un tema apparentemente poco rilevante che ha scatenato tuttavia grandi polemiche: i tappi che rimangono attaccati a bottiglie e altri…

giu 3, 2024

Vacanze sostenibili in compagnia dei vostri animali domestici

Sono i nostri migliori amici nella vita di tutti i giorni. E, dunque, non c’è niente di meglio che condividere…

mag 2, 2024

Bando regionale Lazio per l’incremento della raccolta differenziata: partecipa con noi

La Regione Lazio ha pubblicato un bando a sostegno di progetti che prevedono un incremento della percentuale di raccolta differenziata, mediante…